Visualizza articoli per tag: Verifiche

Verifiche N.2, 2022 - «Giugno 2022, la stanchezza e la passione degli insegnanti» - Editoriale

«Negli ultimi due anni la scuola come un buon vascello d’alto mare ha saputo reggere l’urto contro la pandemia, dimostrando a chi se ne era dimenticato come essa sia un cardine fondamentale della società, senza la quale molti ragazzi vanno alla deriva, senza la quale si perdono valori e conoscenze, senza la quale lo sviluppo degli individui è compromesso.».

Verifiche N.3, 2022 - «Sul concetto di inclusione»

«ll termine inclusione rimanda all’atto di chiudere dentro un confine determinato al punto da poter stabilire che vi sia un dentro e un fuori, non solo, occorre che quel dentro sia migliore del fuori dal quale si viene esclusi e occorre anche che sia rappresentativo della realtà complessa di cui è fatta la vita, altrimenti sarà solo un perimetro formale privo di valore, entro il quale essere inclusi.»

Verifiche N.3, 2022 - «Inclusione sì, ma per chi? La storia di Nicola»

«Prima di quella calda giornata del 11 giugno 2012 il mio sguardo sul mondo, sulla società e sui suoi funzionamenti era un po’ diverso, sicuramente meno “ampio”, rispetto a quello che è oggi, e questo lo devo anche alla nascita di mio nipote Nicola.  […] Le premesse per un’inclusione, insomma, sembrava vi fossero. Quando tuttavia, nel settembre 2016, è iniziato il percorso di scuola dell’obbligo di Nicola, anche i primi concreti ostacoli si sono palesati»

Verifiche N.3, 2022 - «Dall’integrazione all’inclusione. Un cammino ancora lungo» - Editoriale

Verifiche entra nel nuovo anno scolastico proponendo ai suoi lettori importanti novità. La rivista si presenta innanzitutto con una grafica rinnovata: la scelta è caduta su un formato agile e attrattivo, valorizzato da inserti fotografici finalmente a colori. Anche la struttura dei contenuti offre sostanziali mutamenti.

Verifiche: gli anniversari

Nel corso della sua storia Verifiche ha raggiunti diversi traguardi. Gli anniversari per il Quarantesimo e il Cinquantesimo di fondazione, in particolare, sono stati un'occasione per riflettere sul passato, sul presente e sull'avvenire della rivista.

Verifiche compie 50anni! Giornata di riflessione e di studio

«Mezzo secolo di Verifiche!». Per festeggiare e riflettere sull'importante traguardo, la rivista organizza una giornata di attività dal titolo "LEGGERE, SCRIVERE, FAR (di) SCUOLA. Associazionismo e riviste magistrali: la necessità di un rilancio" che si svolgerà mercoledì 20 novembre 2019 nell'aula magna della Scuola Cantonale di Commercio Bellinzona e Scuola media di Bellinzona 1.

Otto temi per la scuola. Una piattaforma per la discussione fra insegnanti e nella scuola.

Il seguente documento è stato presentato e discusso in occasione dell’assemblea del Movimento della scuola dello scorso 5 ottobre. Gli otto temi rappresentano un’interessante piattaforma per avviare un confronto e un dibattito pubblico di cui oggi la scuola ha un urgente bisogno. Per questo motivo riteniamo importante ospitarlo nel dossier DFA: una questione aperta. Il testo è stato finora esaminato in diversi collegi dei docenti di scuola media e media superiore; i colleghi del comitato del Movimento della scuola sono volentieri a disposizione per presentarlo e promuoverlo in altri collegi che ne facessero richiesta.

DFA: polo, colo, molo!

Definire con dodici semplicissime lettere il maggior centro formativo della nostra scuola potrebbe sembrare di primo acchito irriverente, soprattutto in un mondo in cui spesso e volentieri si usa - e talvolta anche abusa - di forbitissimo linguaggio sulla cui reale applicabilità e successo si potrebbe a lungo disquisire.

Scuola: si cambino libri e autori *

La direttrice del Dipartimento formazione e apprendimento (DFA) ha dunque - e finalmente, aggiungo -  lanciato la spugna. Non conosciamo - per rimanere in metafora pugilistica - chi dei suoi secondi abbia deciso dall'angolo di (far) lanciare il classico asciugamani anche perché per la verità rare volte l'abbiamo vista de facto combattere pubblicamente sul ring della scuola reale e quindi - da spettatori comunque interessati - poco sapevamo e sappiamo sul vero valore del suo pugno.

Parole come pietre

“Le parole assomigliano a piccole dosi di arsenico; le assumiamo senza curarcene, sembrano del tutto innocue ed ecco che dopo qualche tempo il loro effetto tossico si fa sentire”. [Victor Klemperer, “La lingua del Terzo Reich. Taccuino di un filologo”, Giuntina 1998, pag. 56]

“O voi ch`avete li `ntelletti sani / mirate la dottrina che s`asconde /sotto `l velame de li versi strani” [Dante, Inferno, IX, 61-63]

Pagina 1 di 7

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

ATTIVITÀ


Verifiche. Cultura. Educazione. Società

La rivista si occupa di politica scolastica nel Canton Ticino dal 1969. In questi cinquant'anni ha accompagnato l'evoluzione della scuola ticinese nelle sue mille sfaccettature, nei sui tanti entusiasmi e nelle sue molte delusioni.

Verifiche è forse l’unica rivista culturale che insieme non riceve né cerca sussidi pubblici e che non ha legami di partito, pur non nascondendo di situarsi in qualche modo “a sinistra”. Ciò le assicura un’indipendenza rara.

La rivista si è aperta da diversi anni verso ambiti culturali non strettamente legati all’educazione e pubblica contributi critici di argomento letterario, musicale, antropologico, artistico, eccetera. Essa pur tuttavia resta principalmente una rivista scritta prevalentemente da insegnanti, che cerca il suo pubblico fra chi vive la scuola e la formazione come cittadino, come fruitore, come insegnante, come studente, come genitore.

La nostra piccola rivista bimestrale vede che il suo titolo – Verifiche appunto – appare quanto mai attuale e si sforza di fare la sua parte nel suo compito essenziale di partecipazione democratica.

Vogliamo e ci sforziamo di occuparci “di cultura e politica dell’educazione”.

Verifiche. Cultura. Educazione. Società - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  https://www.verifiche.ch