Verifiche 2022, Numero 1

Verifiche 2022, Numero 1

Le positive prospettive di un rilancio di Verifiche sono il tema dell’editoriale: siamo infatti riusciti a rinnovare e ringiovanire il gruppo redazionale e a contare anche sulla collaborazione di un cospicuo numero di colleghe e colleghi desiderosi che la rivista possa continuare il cammino avviato nel 1969. Il fascicolo è illustrato con fotografie d’epoca di Puerto Bertoni, alcune delle quali tratte dal recente volume di Danilo Baratti e Patrizia Candolfi.

Roberto Salek ha partecipato, in rappresentanza della nostra rivista, a una giornata di studio organizzata lo scorso 18 febbraio a Locarno dal DFA. Pubblichiamo il testo del suo intervento sulla realtà del docente tra modelli teorici e “verità effettuale”. 

Verso la fine dello scorso mese di novembre si è tenuto il primo convegno della neonata associazione Essere a Scuola sulla figura dell’in- segnante tra autorità e libertà. Ospitiamo il testo di presentazione del tema del convegno e gli scopi dell’associazione. Abbiamo poi selezionato tra i diversi interventi la relazione del filosofo dell’educazione Eirich Prairat, il testo di Fabio Pusterla e le testimonianze di due docenti: Andrea Tiraboschi e Saffia Shaukat.

Un’interessante riflessione di rinnovamento della scuola in una società in profondo e rapido mutamento ci è to centrato sulla realtà del docente tra offerta da Elio Venturelli, già direttore dell’Ufficio cantonale di statistica e autore di diverse ricerche sui sistemi educativi. Lo psichiatra Graziano Martignoni propone un articolo nel quale riflette sullo strano rapporto tra scuola e felicità. Chiude il fascicolo il contributo di Gianni Tavarini sulla caduta, trent’anni fa, dell’impero sovietico. Tra le conseguenze di quell’evento, la deflagrazione di uno scontro armato tra Russia e Ucraina che ci ha improvvisamente precipitati nel- l’angoscia per i drammi che si stanno consumando, a poca distanza dalle nostre sicurezze, con il terribile corredo di vittime, distruzioni e profughi.

 

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

ATTIVITÀ


Verifiche. Cultura. Educazione. Società

La rivista si occupa di politica scolastica nel Canton Ticino dal 1969. In questi cinquant'anni ha accompagnato l'evoluzione della scuola ticinese nelle sue mille sfaccettature, nei sui tanti entusiasmi e nelle sue molte delusioni.

Verifiche è forse l’unica rivista culturale che insieme non riceve né cerca sussidi pubblici e che non ha legami di partito, pur non nascondendo di situarsi in qualche modo “a sinistra”. Ciò le assicura un’indipendenza rara.

La rivista si è aperta da diversi anni verso ambiti culturali non strettamente legati all’educazione e pubblica contributi critici di argomento letterario, musicale, antropologico, artistico, eccetera. Essa pur tuttavia resta principalmente una rivista scritta prevalentemente da insegnanti, che cerca il suo pubblico fra chi vive la scuola e la formazione come cittadino, come fruitore, come insegnante, come studente, come genitore.

La nostra piccola rivista bimestrale vede che il suo titolo – Verifiche appunto – appare quanto mai attuale e si sforza di fare la sua parte nel suo compito essenziale di partecipazione democratica.

Vogliamo e ci sforziamo di occuparci “di cultura e politica dell’educazione”.

Verifiche. Cultura. Educazione. Società - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  https://www.verifiche.ch