Verifiche 2021, Numero 2

Verifiche 2021, Numero 2 (0)

Nell’editoriale proponiamo una riflessione su un anno scolastico difficile e sulle sfide che attendono la scuola dopo la pandemia, tra invadenza delle nuove tecnologie, soppressione dei livelli nella scuola media e iniziative di riforma della destra. Denise Maranesi commenta le recenti elezioni comunali, soffermandosi sulle logiche che presiedono l’espressione del voto.

I saggi “L’estetica triste” di Fabio Merlini e “Della gentilezza e del coraggio” di Gianrico Carofiglio offrono spunti di riflessione proposti da Giuliano Frigeri. Sull’uso della piattaforma Moodle e quello di strumenti informatici nell’insegnamento, proponiamo un’analisi critica di un gruppo di lavoro della scuola media di Agno.

Valeria Renna presenta un progetto ludico volto a rafforzare consapevolezze e responsabilità ambientali dei giovani e Leandro Elia Pozzoli, attivista per il clima, espone considerazioni e proposte per rendere efficace una presa di coscienza sulle emergenze ambientali.

Le realtà giovanili, particolarmente colpite dalle restrizioni della crisi pandemica, sono l’oggetto del contributo di Ilario Lodi. Rosario Talarico presenta il diario della missione sanitaria del dottor Elio Canevascini in Montenegro, oggetto di una pubblicazione della Fondazione Pellegrini Canevascini. Con alcune immagini fotografiche scattate dal medico viene illustrato il fascicolo di Verifiche.

La stessa Fondazione ha anche pubblicato nel 2019 il libro di Tobia Bernardi sulla storia del Partito operaio e contadino ticinese; lo recensisce Pasquale Genasci. Un profilo della figura dell’imperatore “apostata” Giuliano ci è offerta da Tiziano Moretti. Maurizio Casagrande recensisce la raccolta di poesie Le falistre di Marco Munaro e ci offre anche alcune liriche in dialetto veneto ancora inedite, scritte in occasione di un soggiorno in Eritrea come docente di italiano.

Chiudono il fascicolo le segnalazioni bibliografiche destinate ai giovani lettori dell’amica Valeria Nidola.

ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER

ATTIVITÀ


Verifiche. Cultura. Educazione. Società

La rivista si occupa di politica scolastica nel Canton Ticino dal 1969. In questi cinquant'anni ha accompagnato l'evoluzione della scuola ticinese nelle sue mille sfaccettature, nei sui tanti entusiasmi e nelle sue molte delusioni.

Verifiche è forse l’unica rivista culturale che insieme non riceve né cerca sussidi pubblici e che non ha legami di partito, pur non nascondendo di situarsi in qualche modo “a sinistra”. Ciò le assicura un’indipendenza rara.

La rivista si è aperta da diversi anni verso ambiti culturali non strettamente legati all’educazione e pubblica contributi critici di argomento letterario, musicale, antropologico, artistico, eccetera. Essa pur tuttavia resta principalmente una rivista scritta prevalentemente da insegnanti, che cerca il suo pubblico fra chi vive la scuola e la formazione come cittadino, come fruitore, come insegnante, come studente, come genitore.

La nostra piccola rivista bimestrale vede che il suo titolo – Verifiche appunto – appare quanto mai attuale e si sforza di fare la sua parte nel suo compito essenziale di partecipazione democratica.

Vogliamo e ci sforziamo di occuparci “di cultura e politica dell’educazione”.

Verifiche. Cultura. Educazione. Società - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  https://www.verifiche.ch